Lavorare da casa con un bambino piccolo

Lavorare da casa con un bambino piccolo può sembrare un vero incubo per una neo-mamma; ma non è così. Basta seguire alcuni semplici accorgimenti, che aiutino a diventare una perfetta collaboratrice, capace di gestire brillantemente tutto il suo tempo.

Se hai partorito da poco, il primo passo da fare, prima di re-iniziare a lavorare, è accertarsi che il proprio bimbo possa essere accudito temporaneamente da qualcun altro. I nonni, il nido o una baby-sitter possono infatti aiutarti ad isolarti per un paio d’ore. Meglio infatti scegliere una fetta di tempo della giornata, piuttosto che alcuni spizzicchi sottratti al tempo di gioco con tuo figlio: lavorare così risulterebbe frustrante, per te e per lui. Inizia con un periodo di base, quale appunto le due ore, e aumenta gradualmente a mano a mano che ti apparirà possibile.

Lavorare da casa ti consente dunque di reinventare il tuo ruolo, magari lanciando un business che tragga linfa dalla Rete. Perché è proprio il computer lo strumento principale del lavoro da casa, a patto che lo si usi con coscienza. Organizzarsi nel lavoro da casa è fondamentale, ma lo diventa ancor di più quando a farlo è una mamma-freelance. Il pc è infatti fonte di distrazione, così il telefono: con internet, gli sms, le app e le chat. Lavorare da casa significa avere sin dalle prime ore del mattino, un atteggiamento professionale pari a quello che tenevi in negozio o in ufficio; perciò metti la sveglia tutti i giorni ad una stessa ora, fatti la doccia e vestiti: come se dovessi uscire. Anche il trucco è un ottimo coadiuvante, perché stimola la concentrazione e quindi aumenta la tua professionalità. All’inizio i guadagni ti sembreranno risicati ma vedrai che con il tempo, e se non ti lascerai coinvolgere dalle distrazioni della vita moderna, ce la farai!

Eventualmente, lasciati un po’ di tempo per lavorare la sera. Quando tutto intorno tace e tua figlia è già a dormire, puoi decidere di dedicare una parte della serata al tuo business; che tu sia un imprenditrice di prodotti per la casa o una designer d’interni, la notte è il momento migliore per lavorare, perché caratterizzata da tranquillità e silenzio.

Coinvolgi nel tuo lavoro e nel tuo nuovo stile di vita amici, parenti e persino tuo figlio; sono molti i lavori che si possono fare da casa pur avendo avuto un bambino: dalla baby-sitter alla parrucchiera, e dall’estetista alla cuoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *