Lavora con noi nell’ambito della qualità e della certificazione ISO 9001

L’esperto in Certificazione ISO ha la possibilità di lavorare in vari settori aziendali dove sia importante assicurare la qualità di processi, prodotti e servizi. Per diventarlo però, è necessario frequentare un master o corsi appositi.

È bene che l’addetto alla qualità sia munito di un diploma tecnico-scientifico, che gli permetterà di affrontare al meglio studi universitari in ingegneria o economia. Le sue conoscenze spazieranno infatti dal mondo informatico a quello legale.

Sarà poi sul campo che avrà la possibilità di conoscere gli aspetti specialistici che riguardano la singola impresa, anche tramite gli enti per cui deciderà di lavorare. Il professionista che lavora nell’ambito della qualità, può infatti decidere di farsi assumere come dipendente o di collaborare come consulente esterno.

Quest’ultimo, non lavorerà per un’azienda in particolare, bensì per moltissime aziende, in qualità di ispettore o auditor, tramite gli organi deputati al rilascio della certificazione. Potrà anche essere consulente degli enti stessi e per quelle realtà impegnate nel settore della qualità.

Il consulente aziendale per la qualità ha infatti il compito di rilasciare e far rispettare la Certificazione ISO 9001, ovvero un insieme di norme, realizzate a livello europeo, a cui le aziende devono attenersi per la realizzazione di prodotti e servizi.

L’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione Europea offre non solo vincoli e obblighi ma anche una serie di vantaggi, a tutte le società che decidano di godere della certificazione.

Innanzitutto verso l’esterno: in quanto certificazione vuol dire standardizzazione verso parametri universalmente riconosciuti in Europa in termini di qualità. Quindi possedere una certificazione ISO 9001 significa essere più competitivi.

Vantaggi si riscontrano anche all’interno. Standardizzare la qualità significa standardizzare i processi, dunque la raccolta e l’analisi dei dati. Lasciando che sia un esperto ad assicurare la fase di documentazione, si imporrà ordine e unità a tutte le procedure, i settori aziendali e gli addetti.

Requisiti e compiti rimarranno sostanzialmente gli stessi: dal controllo su prodotti e servizi alla pianificazione dei processi, e dall’approntamento della modulistica all’accertamento che tutte le norme relative vengano rispettate.

Potrebbe dunque essere utile, una volta compiuta la propria formazione di base, continuare ad aggiornarsi tramite corsi di formazione ad hoc, che permettano di conoscere tutti i cambiamenti e le novità relativi a leggi e normative.

Il compenso offerto all’esperto della qualità varia molto, a seconda che egli ricopra o meno la figura del lavoratore dipendente. Ma anche dall’esperienza, dal tipo di azienda e dalle mansioni che gli vengono assegnate.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *