Opportunità di lavoro: concorso per la Polizia di Stato 2017

Finalmente, dopo un lungo periodo di attesa, è stato indetto il bando di concorso per la Polizia di Stato 2017. In totale, sono tre i concorsi pubblici che sono stati indetti dal Ministero dell’Interno per il reclutamento di Allievi Agenti della Polizia di Stato: in totale, saranno 1148. La loro ripartizione è stata definita con precisione: 179 posti saranno destinati a chi è in servizio da non meno di sei mesi come volontario in ferma prefissata di un anno o in rafferma annuale; 893 posti saranno destinati a chi sarà riconosciuto in possesso dei requisiti previsti; 76 posti saranno destinati a chi è volontario in ferma quadriennale, in congedo o in servizio, e a chi è volontario in ferma prefissata di un anno in congedo.

Come esercitarsi

Chi fosse interessato a diventare Allievo Agente della Polizia di Stato, per altro, ha la possibilità di recarsi sul sito Concorsopolizia.com, in modo tale da usufruire della sua piattaforma di esercitazione gratuita: è sufficiente iscriversi per poi accedere ai quiz di preparazione e realizzare una simulazione della prova di esame, che prevede 80 quiz da risolvere in un’ora.

I requisiti da rispettare

Dal bando di concorso, si può scoprire quali sono i requisiti da rispettare per la partecipazione: possono iscriversi tutti i cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, anche se questo limite può essere innalzato fino a un massimo di tre anni in base al servizio militare che è stato prestato dal soggetto. Oltre al godimento dei diritti politici e di quelli civili, i candidati sono tenuti a possedere almeno il diploma di scuola media (diploma di istruzione secondaria di primo grado, per usare l’espressione precisa); inoltre, non devono mai essere stati sottoposti a misure di prevenzione, devono essere in possesso delle qualità morali e di condotta necessarie per l’adempimento del ruolo e non devono aver subìto condanne o imputazioni in passato. Ancora, è necessario che i candidati siano riconosciuti in possesso dell’idoneità attitudinale, psicologica e fisica indispensabile per il servizio di Polizia di Stato, che non siano mai stati licenziati o destituiti da pubblici uffici, che non siano mai stati espulsi da corpi organizzati militarmente o dalle forze armate e che non siano stati dispensati dall’impiego in una pubblica amministrazione a causa di rendimento insufficiente persistente.

Che cosa bisogna fare per compilare la domanda di partecipazione

La compilazione e la trasmissione della domanda di partecipazione al concorso per la Polizia di Stato 2017 devono essere effettuate unicamente online: è sufficiente recarsi sul sito del Ministero dell’Interno e seguire le istruzioni riportate, tenendo conto del fatto che il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 26 giugno.

Come saranno strutturate le prove d’esame

La fase iniziale del concorso sarà rappresentata da un esame scritto: i candidati saranno chiamati a compilare un questionario multiple choice (domande con risposte a crocette) relativo ad argomenti di cultura generale. La fase successiva consisterà nell’accertamento del livello di conoscenza di una lingua straniera (i candidati potranno scegliere tra francese o inglese) e delle più diffuse applicazioni e apparecchiature informatiche. Successivamente, sarà prevista una prova di efficienza fisica che si articolerà in tre test differenti: il sollevamento alla sbarra, il salto in alto e la corsa su un percorso di un chilometro. Infine, sarà la volta degli accertamenti attitudinali, fisici e psicologici.

La valutazione dei titoli

La valutazione dei titoli sarà la fase che riguarderà unicamente i concorsi riservati ai volontari in ferma annuale o quadriennale: ovviamente, sarà praticata solo per coloro che avranno superato l’esame scritto e che dopo gli accertamenti saranno considerati idonei. Va ricordato che i titoli che saranno conseguiti dopo il 26 giugno, vale a dire la data di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione, non potranno essere sottoposti a valutazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *