Vendere Di Più Segmentando La Newsletter

La lista è un elemento importante per ogni sito di e-commerce.

Rappresenta una fonte essenziale di vendite ed è uno strumento basilare per far crescere il proprio sito. Devi prestare molta attenzione al fatto che non è possibile pensare di mandare sempre la stessa email a tutti i clienti senza fare delle differenze. Il destinatario potrebbe scegliere di non voler più ricevere le stesse email e di attivare il comando “unsubscribe”.

Una campagna di marketing può dirsi efficace unicamente quando riesce ad inviare i contenuti più appropriati al pubblico più giusto nel momento più favorevole; se uno qualunque di questi tre elementi salta, ecco che si preparano le basi per un fallimento.

Quando il messaggio viene percepito come rilevante sicuramente porterà ad un aumento delle visite al sito e, quindi, ad un incremento delle vendite. Ma, visto che i clienti hanno degli interessi differenti, non ci può essere un messaggio universale che interessi contemporaneamente tutti i clienti. Per questo, devi mettere in atto una segmentazione. Ecco quattro semplici metodi per poterla attuare senza problemi.

La segmentazione più facile è sicuramente quella rispetto ai sottoscrittori che hanno comprato; in questo caso la divisione è semplicemente tra chi non ha mai acquistato e chi, invece, ha acquistato qualcosa. Cosi potrai differenziare i clienti e mandare un’offerta di benvenuto a chi non ha ancora comprato e un ringraziamento contenuto all’interno di un’altra offerta a chi invece ha già acquistato in passato.

Poi potresti selezionare i clienti che, dopo un acquisto, hanno deciso di non comprare più nulla. Proprio a loro potrebbe essere inviata una email che contiene un’offerta di bentornato per poterli incentivare a continuare a comprare. Personalizza sempre le email perché, proprio questo, di solito, incentiva le vendite. Inoltre, conferisce un tono migliore alla email stessa.

Un secondo modo di segmentazione riguarda la differenziazione rispetto a quello che è stato acquistato. Così, potrai inviare le offerte ad hoc, specifiche per gli interessi dei singoli clienti. Questo consentirà di anticipare loro eventuali prodotti che potrebbero ritenere interessanti, aiutarli a ricordare cosa avevano comprato precedentemente. Potresti anche inviare una specie di email follow up dopo l’acquisto di un prodotto in cui si ringrazia per aver comprato e, contemporaneamente, si suggerisce un prodotto complementare a quello già comprato. Così, il cliente sarà più invogliato al nuovo acquisto, soprattutto, se si invia un’offerta relativa a quel prodotto.

La terza segmentazione ti permetterà di dividere gli iscritti secondo le aree geografiche nelle quali vivono. Questo ti aiuterà tantissimo e influenzerà le scelte di acquisto dei clienti ed i loro interessi . Pensa, ad esempio, a delle email che contendono delle promozioni valide a livello locale e quindi collegate alla zona in cui vivono.

L’ultimo tipo di segmentazione è quello rispetto ai dati anagrafici degli iscritti. Per dati demografici devi intendere non solo il sesso e l’età ma anche lo stato civile. Così, potrai anche utilizzare linguaggi diversi a seconda delle persone alle quali stai scrivendo. Ricorda di non chiedere mai direttamente i dati che ti servono, perché potrebbero spaventare i clienti e potresti perdere le vendite.

Antonino Loggia  © Riproduzione Riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *