Integrazione Tra Struttura E Cultura

Il management strategico si differenzia molto dalla pianificazione strategica anche se, fino ad ora, il quadro potrebbe rappresentare due processi piuttosto simili.

Il management strategico, infatti, ha sì delle procedure piuttosto formali ma la differenza fondamentale risiede con l’integrazione tra la struttura gestionale e la cultura aziendale.

Questo è un grande punto di forza di questo tipo di approccio perché mette in luce come le organizzazioni abbiano bisogno non soltanto di piani ben definiti ma anche di un insieme di valori che compongono, appunto, la cultura aziendale che è realizzata dai singoli individui. Da elementi strettamente razionali e ben strutturati si passa ad assunti sì razionali ma integrati con ideologie e valori propri della cultura aziendale.

Hanno approfondito questo tema gli studiosi Peters e Waterman (In search of excellence, 1984) che mostrano i parametri che servono a valutare le imprese che funzionano e vengono gestite meglio. Il loro modello è quello delle sette S della McKinsey. Grazie a questo modello si può definire uno scenario che si compone di sette dimensioni. Queste vengono adoperate dalla direzione per poter influenzare le organizzazioni che siano esse complesse o strutturate. Queste dimensioni sono: strategy (strategia), structure (struttura), systems (sistemi), style (stile), staff, skills (competenze), shared values (valori condivisi). Strategy, structure e systems vengono dette componenti dure (hard) le seguenti, invece compongono la parte morbida (soft). Il quadro potrà essere meglio compreso osservando il grafico sotto.

Quando ci sono delle problematiche, gli elementi che le organizzazioni preferiscono variare sono quelli che fanno parte della sfera hard particolarmente centrali nelle due analisi che abbiamo fatto. Ciò è sintomo di errore di applicazione di gestione strategica precedentemente progettata. Sono le componenti soft a dover essere considerate come soluzione naturale a molti dei problemi che possono sopraggiungere in azienda. La condivisione dei valori, inoltre, è particolarmente importante per poter raggiungere gli obiettivi aziendali condivisi. La visione comune è fondamentale affinché le organizzazioni strutturate possano prendere decisioni e realizzare i propri obiettivi in modo coerente con gli obiettivi dell’azienda stessa. Senza l’integrazione con la cultura aziendale la gestione potrebbe risultare lenta e non efficace portando più svantaggi che vantaggi.

Antonino Loggia © Riproduzione Riservata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *