Molteni&C.

Molteni&C. è una società che opera nel campo dell’arredamento. Nata nel 1934 come azienda artigianale con sede a Giussano, oggi è un gruppo consolidato con all’attivo diversi progetti di design internazionale.

L’azienda viene fondata da Angelo Molteni, imprenditore brianzolo che promosse il Salone Internazionale del Mobile. I primi prodotti verranno realizzati presso lo stabilimento proprietario, secondo tutte le fasi produttive.

35 anni più tardi, la società acquista Unifor e Citterio, impegnate nel settore ufficio e, nel 1979, l’azienda di suppellettili da cucina Dada. Tutte e tre sono ancora attive nel segmento mobili per la casa e grandi realizzazioni. Attraverso di esse, infatti, Molteni&C. si lancerà nel segmento dei mobili di design.

Molti gli architetti noti che hanno intrapreso collaborazioni con Molteni&C. negli anni. Come Aldo Rossi, Afra e Tobia Scarpa, e designer del calibro di Jean Nouvel, Foster and Partners, Patricia Urquiola, Rodolfo Dordoni e Hannes Wettstein.

Oltre a un’offerta per la casa, realizzata interamente in Italia, Molteni&C. realizza, con Unifor e Citterio, anche progetti per l’universo contract: dalle navi da crociera ai teatri, dai musei agli hotel, passando per ristoranti e residenze collettive.

Nata intorno agli anni Settanta, la divisione contract è stata a capo di molti progetti importanti, tra cui la realizzazione della Fondation Cartier, del Musée du quai Branly a Parigi, degli headquarter newyorchesi della Condé Nast, della nuova sede del New York Times, e la ricostruzione del Teatro La Fenice di Venezia.

Diventato un vero e proprio gruppo industriale, Molteni&C. ha quindi ricevuto, nel 1994, il Compasso d’Oro alla carriera, un regalo conferitogli dall’ADI (l’Associazione per il Disegno industriale), per celebrare i risultati messi in atto dalla compagnia negli anni.

Per lavorare in Molteni&C., non resta che cliccare sul link qui sopra. Verrai indirizzato alla pagina ‘Contatti’, dove troverai i dettagli di contatto dell’headquarter e delle filiali presenti nel mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *