Nuovo Pignone

Nuovo Pignone è un’azienda nata nel 1994. Nata con il nome di ‘Fonderia di ferro di seconda fusione’, oggi realizza compressori alternativi, turbine a gas, compressori centrifughi e altre attrezzature per il settore petrolchimico.

L’azienda è tra le principali realtà industriali dell’area di Firenze. La sua fondazione risale al 1842, quando Pasquale Benini, imprenditore di Lastra a Signa (FI), passo dall’industria dei cappelli di paglia all’industria metallurgica.

Ecco quindi che, appena fuori dalla cinta muraria, presso il rione del Pignone, diede vita ad un’officina, inizialmente una fonderia di ghisa nota con il nome di Società Anonima Fonderia del Pignone.

Molte le opere pubbliche che l’azienda ha realizzato negli anni anche all’estero: come lampioni, coperture per tombini e la Stazione Leopolda, la prima stazione ferroviaria di Firenze, oggi sede per meeting e congressi.

Nel 1856, Nuova Pignone lanciò sul mercato il primo motore a scoppio, inizia la sua prima vera espansione, passando, con i primi del Novecento, al settore meccanico. In occasione della Prima Guerra Mondiale infatti, la compagnia inizierà a produrre armi.

Nel 1946 l’azienda fu acquistata dalla SNIA che voleva riconvertirla a industria tessile. Ma l’esperimento non decollò mai e nel 1953 si prospettò la possibilità della chiusura.

Dì li a poco il sindaco, Giorgio La Pira, convinse Enrico Mattei, presidente del neonato ENI ad acquistare l’azienda. Inizialmente, Nuovo Pignone si dilettava nella produzione di bombole di gas passando poi al settore petrolifero con compressori e turbine.

E fu proprio nel 1954, con l’acquisto da parte di ENI, che cambiò denominazione in Nuovo Pignone – Industrie Meccaniche e Fonderia S.p.A. Durante quel periodo iniziarono anche le prime commesse da clienti terzi e l’azienda aprì diversi nuovi stabilimenti.

Nel 1986 la società entra in Borsa e con la fine del 1987 incorpora la Confezioni Monti d’Abruzzo S.p.A. Nel 1993, Nuovo Pignone diventa controllata di GE, multinazionale americana impegnata in diverse attività e settori.

L’anno dopo, GE acquista anche la CGE, la Compagnia Generale di Elettricità italiana, nata nel 1921. In Italia, oltre all’Oil & Gas tramite Nuovo Pignone, GE è presente anche nel segmento dell’Healthcare, dell’aviazione, del digitale e dell’energia (anche rinnovabile).

Oggi l’azienda conta ben 11.500 dipendenti impegnati in 7 diverse divisioni, 38 sedi di business, 3 centri di Ricerca & Sviluppo e due Centri di Formazione.

Se vuoi lavorare per Nuovo Pignone, clicca sul link qui sopra. Potrai conoscere tutte le opportunità di lavoro offerte da GE, raffinando la ricerca nel modulo che troverai nella pagina. Seleziona l’offerta che ti interessa e poi candidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *