Lavora Con Noi

Consigli utili per trovare lavoro e nozioni di business management

Einaudi

Einaudi è nata nel 1933, ha una sede centrale a Torino ed è una delle più famose case editrici della nostra penisola.

L’idea venne a Giulio Einaudi che partì proprio dal capoluogo piemontese. Aprì la sua sede nello stesso palazzo in cui venne ospitato il famoso Antonio Gramsci e lavorò per la sua azienda fino a quando non raggiunse il suo 85° compleanno, nel 1997.

La casa editrice in cui Giulio Einaudi ha trascorso gran parte della sua vita ha come simbolo uno struzzo con un chiodo dentro al becco. Inizialmente questo logo venne disegnato nel ’500 per l’azienda “Edizioni la Cultura”. Einaudi la acquistò insieme allo stemma che portò al mondo la frase “Lo struzzo di Einaudi non ha mai messo la testa sotto la sabbia”, che dimostra quanto sia combattiva e forte questa casa editrice.

Per quanto riguarda la narrativa, l’azienda ha sempre riscosso un successo strepitoso. Un esempio?  La storia di Elsa Morante. Vendite? Circa 1milione di copie. Le idee di Einaudi sono sempre state molto apprezzate dai lettori, infatti vennero ideate diverse collane, tra cui quella chiamata “Gli struzzi”, che comprende diverse opere ripubblicate in una versione più economica.

Inoltre Einaudi dette vita ad un’enciclopedia scritta da  Ruggiero Romano che trattava gli avvenimenti dal 1977 al 1982 che, ad oggi risulta aver venduto oltre 35mila copie.

Purtroppo non andò sempre tutto bene per la azienda di Giulio Einaudi, infatti  negli anni ’80, la casa editrice affrontò un periodo di difficoltà che ebbe una crisi a livello  finanziario. Nonostante le varie problematiche riuscì comunque ad andare avanti, a tirarsi su, pubblicando nuovi libri e lanciando altre collane come  quelle che portano il nome di  “Microstorie” e “Scrittori tradotti da scrittori”(quest’ultima seguita direttamente dal fondatore della casa editrice). Poi seguirono altre opere importanti come laLetteratura italiana che ebbe un enorme successo soprattutto tra gli studenti più volenterosi.

Gli anni ’90 sono stati molto importanti ed hanno configurato un periodo di transizione per l’azienda che cominciò la cosiddetta fase del “cambio generazionale”, che precedeva il ritiro del 1997 di Giulio Einaudi. Fu un periodo di rinnovo generale anche per quanto riguarda i vari settori della casa editrice. Così  cambiò anche la seziona della narrativa straniera, con le pubblicazioni ed i rilanci di numerose opere ed autori.

Nel 1994 l’azienda venne rilevata dal gruppo Mondadori. Due anni dopo venne lanciata una nuova collana chiamata  “Stile libero” dedicata soprattutto ai giovani e a chi si sente sempre tale.  Nel 2000, la collana divenne molto più complessa e cominciò a comprendere anche dei DVD e delle graphic novel.

In seguito anche la collana dei tascabile si modernizzò cambiando le dimensioni ed i formati ed iniziando, dal 2005, ad avere un vero e proprio marchio: ET.

Oltre ad Elsa Morante, gli scrittori più importanti che hanno collaborato con Einaudi sono Italo Calvino, Antonio Gramsci, Elio Vittorini e Cesare Pavese.

Oggi Einaudi si occupa soprattutto di pubblicazioni riguardanti vari generi: storia, arte, poesia, narrativa, classici… collaborando con autori sia italiani che stranieri.

La tecnologia ha preso parte della casa editrice da diversi anni grazie al website ufficiale dell’azienda  che è diventato un vero e proprio negozio virtuale che, collegandosi automaticamente a Bol.it, può permettere agli utenti di acquistare i testi che li affascinano di più. Inoltre, dal portale, è possibile consultare un programma che permette di rimanere aggiornati sugli eventi organizzati da Einaudi come ad esempio gli incontri con gli autori.

Se ti piacesse l’idea di lavorare per questa prestigiosa casa editrice potresti candidarti per l’area professionale che si addice di più con la tua personalità e le tue attitudini professionali.

L’azienda non accetta i curriculum inviati via mail ma solo quelli pervenuti tramite la posta ordinaria. Quindi, prepara  il tuo C.V. ed una lettera di presentazione con le tue passioni e le tue ambizioni ed invia il tutto al seguente recapito:

Giulio Einaudi editore

Via Biancamano, 2

10121 Torino

Incrocia le dita e buona fortuna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *