Feltrinelli

Gruppo Feltrinelli (Feltrinelli Editore e Librerie Feltrinelli)

È difficile non conoscere la Feltrinelli. Si parla di una casa editrice, ma anche di una piattaforma web (Feltrinelli.it) interessante, utile e valido per gli utenti che amano acquistare libri online potendo scegliere da una vasta gamma di libri. Inoltre si parla di numerose librerie, di vario genere, in giro per l’Italia.

La Feltrinelli è una delle case editrici italiane più famose, che è stata avviata nel 1954 a Milano, dove ha la sua sede centrale. L’idea di fondarla è balenata nella mente di Giangiacomo Feltrinelli che voleva creare una casa editrice che si occupasse di libri dalla valutazione fino alla distribuzione ed anche alla vendita nei negozi con l’insegna della propria azienda, senza attribuire alcuna fase a collaboratori esterni.

In un primo momento, Feltrinelli si occupava della pubblicazione di libri molto particolari, all’insegna dell’innovazione e dell’esplorazione di nuovi temi. Infatti, la prima, è stato il libro autobiografico di Jawaharlal Nehru, seguite da altre pubblicazioni di autori del terzo mondo che seguivano tematiche di politica. Inoltre, nel 1957 e nel 1958, vennero distribuiti da Feltrinelli “Il dottor Zivago” di Boris Pasternak e “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi. In quello stesso periodo sono stati anche aperti i punti vendita di Milano, di Firenze, di Roma, che sono tutte molto belli e sono molto ben organizzati e che, anno dopo anno sono diventati sempre più i primissimi ad essere aperti perché, ora come ora, le librerie Feltrinelli sono tantissime.

Dal 2001, alcune nuove aperture si sono date alla musica aprendo i nuovi punti vendita “Feltrinelli Libri e Musica” presenti a Roma, a Bari, a Milano, a Napoli e a Torino. Nello stesso anno, l’azienda ha acquisito la rete di librerie dell’azienda RCS Libri, aumentando ancora di più i locali commerciali a disposizione. Dal 2002 sono partite le ancora più moderne concezioni di negozio da parte del gruppo editoriale che ha ideato la “Feltrinelli Village” che si dedica alla vendita di libri, video e dischi, e che vengono aperti in genere all’interno dei grandi complessi commerciali.

Alla società appartiene anche la rete di negozi “Ricordi Media Stores” che si occupano di vendere cd musicali, dvd video, film, gadget, strumenti musicali, lettori mp3, manuali sulla musica… e tanto altro.

Ultima novità? La “Feltrinelli Express”, il punto vendita delle stazioni ferroviarie. La prima è stata aperta nel 2006 alla stazione di Porta Garibaldi a Milano.

Un gruppo con proprietà di questa importanza e grandezza non potrebbe fare altro che offrire numeroso opportunità lavorative in più campi. Il mio consiglio è di aprire il tuo browser e di andare a visionare il portale di Feltrinelli, potresti farti un’idea migliore e potresti capire qual è la figura professionale che ti si addice di più.

Se pensi che lavorare in un ambiente lavorativo così possa esaudire tutte le tue aspettative, allora non aspettare! Potresti recarti in uno dei punti vendita vicino a casa tua e lasciare il tuo C.V. se aspiri a lavorare in uno degli store di Feltrinelli, altrimenti potrai controllare su internet tramite i motori di ricerca ed i portali lavoro. In alternativa (ed ancora meglio) potrai utilizzare i metodi più diretti che potrebbe aprirti le porte non solo dei negozi ma anche degli altri settori dell’azienda.

Controlla il tuo curriculum, aggiornalo e scrivi un’ambiziosa lettera di presentazione poi collegati all’indirizzo web http://lafeltrinelli.easycruit.com/index.html trovare la lista di offerte di lavoro a cui potrai rispondere, oppure il link per inviare la tua candidatura spontanea. Potrai inoltre registrarti sul sito creando un tuo profilo personale e potrai impostarti un “Job alert” che ti permetterà di ricevere tutti gli aggiornamenti per quanto riguarda le selezioni.

Potrebbe essere l’occasione della tua vita! Carpe Diem!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>