Niguarda

L’Ospedale Niguarda Ca’ Granda è un centro di cura fondato nel 1939 a Milano; con la riforma sanitaria della regione Lombardia, dal 1° gennaio 2016 ha assunto il titolo di ‘ASST (ovvero Azienda Socio Sanitaria Territoriale) Grande Ospedale Metropolitano Niguarda’. Il primo bando di concorso per la realizzazione della struttura, viene pubblicato nel 1926 ma il progetto non venne realizzato che 5 anni dopo.

Venne inaugurato nel 1939 per volere di Benito Mussolini, con l’obiettivo di creare un nuovo ospedale generalista, dato che l’Ospedale Maggiore Ca’ Granda, quello da cui ha mutuato parte del nome, era in rinnovamento e stava istituendo un nuovo polo polispecialistico ed universitario.

Nel 1940, tra i padiglioni del nuovo centro di cura, viene aperto il primo laboratorio italiano di Microbiologia; ma fu solo 14 anni più tardi che venne inaugurata la Divisione di Chirurgia Toracica, che nel 1956 porterà il professor De Gasperis a realizzare il primo intervento a ‘cuore aperto’ su una bimba di 18 mesi. Sempre in questo periodo, apre la prima scuola di Fisioterapia italiana e nel 1958, all’interno della Divisione Pediatria, viene inaugurata la prima scuola elementare per piccoli pazienti.

Nel 1967, il Niguarda si trova nuovamente all’avanguardia in Italia, per aver deciso di istituire la prima Unità di Cura Intensiva Coronaria del Paese e l’anno dopo, il primo centro per la cura delle malattie neoplastiche. Nel 1969, viene inaugurato l’Istituto di Radioterapia e Medicina Nucleare, uno dei più grandi d’Italia. Nel 1971, apre la prima banca dei tessuti italiana messa a disposizione del Centro Grandi Ustionati, mentre nel 1978, l’Ospedale Niguarda raggiunge una sua autonomia, pur mantenendo la vecchia dicitura e struttura.

Fu però solo nel 1993 che il centro assunse il titolo di polo medico altamente specialistico, e l’anno dopo, viene riconosciuto come Azienda Ospedaliera. Nello stesso anno, apre il primo Centro di Chirurgia dell’Epilessia esistente in Italia. Oggi, all’interno dell’azienda ospedaliera sono presenti ben 10 dipartimenti, 4 centri multidisciplinari, 285 ambulatori, un pronto soccorso con elisoccorso e, oltre ai centri già citati, un’unità spinale, un centro antiveleni, un centro di medicina iperbarica e di riabilitazione equestre per piccoli ammalati.

L’Ospedale Niguarda Ca’ Granda è sede universitaria; in esso hanno trovato impiego circa 4.100 persone, tra cui 750 medici e 2.000 infermieri. Se anche tu vuoi lavorare per l’azienda ospedaliera, clicca sul link qui in alto: ti re-indirizzeremo verso la pagina dei bandi di concorso che riguardano sia i liberi professionisti del personale medico che i dirigenti, ma anche le borse di studio messe a disposizione degli studenti e dei neo-laureati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *