Tenaris

TenarisDalmine è un’azienda italiana leader nel mondo per la produzione e commercializzazione di tubi in acciaio senza saldatura. La società nasce nel 1885 in Germania, per mano dei fratelli Mannesmann, che di lì a poco aprirono diversi stabilimenti produttivi in Europa, uno dei quali in Italia.

Il prodotto di punta di Tenaris è utile sia all’industria energetica, che a quella automobilistica e meccanica. Merito del primo stabilimento produttivo eretto vicino Bergamo nel 1906, e delle più recenti 4 unità operative di Piombino (LI), Arcore (MB), Costa Volpino e Sabbio Bergamasco (BG). TenarisDalmine ha una capacità produttiva di 950mila tonnellate di prodotti finiti l’anno, e più di 3.000 dipendenti.

Nel 1915, la Banca Commerciale Italiana acquista le quote tedesche, e nel 1924, TenarisDalmine viene quotata in Borsa. Ma è nella seconda metà degli anni Trenta che assume il titolo di azienda leader nel settore metallurgico.

Negli anni Cinquanta, produce il suo prodotto soprattutto per l’industria del gas, ma è nella seconda metà degli anni Settanta che vi è una svolta nelle lavorazioni.

Negli anni Novanta, si dedica a numerose acquisizioni, che la porteranno a espandersi in diversi settori. Nel 1996, TenarisDalmine entra nel gruppo Technit, e nel 2002, a Lussemburgo, viene istituita la capogruppo, Tenaris S.A.

La nuova società racchiude sotto di sé tutte le sussidiarie che nel mondo si occupano di realizzare tubi in acciaio: oltre a TenarisDalmine (Italia), nascono quindi TenarisSiderca (Argentina), TenarisTamsa (Messico), TenarisNKKTubes (Giappone), TenarisAlgomaTubes (Canada), TenarisTavsa (Venezuela), TenarisConfab (Brasile) e TenarisSiat (Argentina).

Il gruppo ha fatturato, nel 2011, quasi 10 miliardi di dollari. Nello stesso anno della nascita della capogruppo, il titolo Tenaris entra nelle Borse di New York, Milano, Città del Messico e Buenos Aires.

Per lavorare in Tenaris, è sufficiente cliccare sul link qui sopra, dov’è possibile conoscere le posizioni aperte per il dipartimento amministrativo e produttivo, e inviare anche la propria candidatura spontanea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *