INA Assitalia

Quando si nomina INA Assitalia si sta parlando di una società italiana, con sede centrale a Roma, attiva in un importante settore: quello delle assicurazioni.

L’inaugurazione di INA è avvenuta nel 1912 quando venne istituito, per l’appunto, l’Istituito Nazionale delle Assicurazioni (da cui viene l’acronimo INA) che, per scelta del Governo che statalizzò il “ramo vita” delle assicurazioni, ebbe il monopolio di quella distinta sezione assicurativa, per quanto riguarda il territorio italiano.

INA ha un ruolo importante nella storia italiana che ci portiamo alle spalle. È stato un ente che ha sempre cercato di offrire le migliori soluzioni per i singoli individui, le famiglie e le imprese, cercando di accontentare i bisogni del popolo italiano anche durante le più nere crisi economiche ed, in seguito, è stata un’azienda privata che ha comunque dato tanto agli italiani pur non essendo più statale.

Undici anni dopo ritornò in vigore il precedente regime della concorrenza anche per quel settore. A questo punto della storia, nel 1923, INA divenne il moderatore del campo assicurativo in Italia. Poco tempo dopo venne creata l’azienda Assitalia, che apparteneva per il 50% all’Istituito Nazionale delle Assicurazioni e, per l’altro 50% ad altre compagnie assicurative.

Nel 1924 l’INA cominciò ad attuare un piano che prevedeva la creazione di polizze molto più accessibili che permettevano alle persone ed alle famiglie con un reddito basso di avere una previdenza, come tutti coloro che potevano permettersi di spendere di più. Nel 1927, Assitalia diventò al 100% di INA.

L’ l’Istituito Nazionale delle Assicurazioni è sempre stata una compagnia propensa alle necessità dei cittadini italiani e molto attenta alle loro esigenze e bisogni primari. Infatti, nel 1931, crearono le “assicurazioni collettive” che permettevano ai dipendenti di avere un fondo su cui contare nel caso venissero licenziati. Successivamente ci furono anche altre importanti novità che portano sempre l’attenzione e l’apprezzamento dei cittadini nei confronti di INA. Anche durante la crisi degli anni Settanta, vennero stipulate nuove polizze molto vantaggiose, per permettere comunque alle persone di potersi assicurare una previdenza nonostante il periodo non fosse dei migliori.

Nel 1996 INA diventò privata e, insieme ad Assitalia, quattro anni dopo, entrarono nel Gruppo Generali. Poi arrivò la fusione nel 2006 che portò le due compagnie ad essere “INA Assitalia”.

Parlando di numeri, si può dire che la nuova struttura aziendale ebbe molto successo arrivando ad oggi con oltre 270 agenzie, più di 2000 punti commerciali ed 8000 promotori.

INA Assitalia offre diverse opportunità lavorative. Se sei un tipo dinamico, carismatico, ambizioso ed adatto alle relazioni con il pubblico potresti aspirare a diventare un/a Consulente junior. Se invece hai queste qualità, ma hai anche una precedente esperienze in questo campo, hai spirito di organizzazione e non ti fai abbattere dagli imprevisti, potresti candidarti per il ruolo di Consulente senior. Ma potresti anche essere un tipo ambizioso che punta al successo come un esperto consulente finanziario (oppure lo sei già): in questo caso, il ruolo adatto a te sarebbe il Promotore Finanziario.

Lavorare in INA Assitalia può essere un’opportunità molto interessante. Le possibilità sono tante anche perché, un’azienda come questa non conosce grandi crisi ed il lavoro si evolve e continua ad espandersi. Se pendi di essere la persona adatta a lavorare in un ambiente ambizioso, valido ed attivo nel settore delle assicurazioni, non ti resta che collegarti alla homepage del sito ufficiale e leggere tutte le informazioni che potrebbero tornarti utili. Dopodiché, ricontrolla il tuo C.V. e, se è il caso, apporta delle modifiche o degli aggiornamenti. A questo punto, vai all’indirizzo http://lavoro.inaassitalia.it/iaportal/home.do dove potrai visualizzare tutte le posizioni che INA Assitalia ha bisogno di ricoprire.

Non rimandare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *