settore-pubblicitario

Lavorare nel settore pubblicitario

“La pubblicità -a detta dell’industriale statunitense Henry Ford- è l’anima del commercio”. Smettere di fare pubblicità, pertanto, equivale a rallentare il processo economico e portarlo ad una lenta ma sicura agonia.

La pubblicità ha da sempre un grande potere persuasivo e in casi neanche tanto rari, essa, riesce a suggestionare la mente degli utenti a cui essa è destinata. Essa è considerata una vera e propria strategia di mercato che ha come fine ultimo la vendita del prodotto. Basta accendere la tv per essere letteralmente sommersi da spot pubblicitari e non solo. Ormai siamo praticamente circondati ovunque dalla pubblicità: insegne e slogan ci perseguitano anche su internet.

A volta si tratta di una compagnia discreta, ma altre volte è più che invasiva. Ciò nonostante la pubblicità è considerata una strategia dall’effetto immediato. E la riprova di ciò sono i ‘jingles’ che ci rimangono nella mente senza che noi abbiamo il tempo di rendercene conto, o immagini di marchi che ci divengono così tanto familiari da influenzarci nelle nostre scelte.
L’ulteriore sviluppo della tecnologia e di internet hanno ovviamente dato vita a ettari e ettari di terreno più fertile per la pubblicità, così tanto che il mercato del lavoro è cresciuto in termini sempre maggiori in questo settore. A questo riguardo basta dare un’occhiata agli annunci in rete per rendersi conto di quanto la pubblicità abbia guadagnato campo in questo ambito. Tra le farie figure lavorative spiccano le seguenti:

 Account executive: ossia il funzionario di un’agenzia pubblicitaria con il ruolo di curare il rapporto con i clienti, di interpretarne le richieste e trasmetterle all’agenzia. Possiamo definire questa figura come una sorta di tramite tra il cliente e l’agenzia pubblicitaria.

 Art director: rappresenta un’altra figura che lavora nel settore pubblicitario. Il suo compito è quello di tradurre in concetti visivi le richieste del commitente di un dato lavoro.

 Grafico: questa figura è piuttosto essenziale e molto richiesta per lavorare in questo settore. Il suo lavoro consiste nell’ideare prodotti per la comunicazione visiva, e di progettazione grafica o dinamica di siti web, e può lavorare in più ambienti: nelle agenzie pubblicitarie, nelle redazioni di giornali, e ancora in studi professionali o per suo conto come free-lance.

 Copywriter: il copywriter svolge la funzione di ideare e curare la redazione di testi e messaggi pubblicitari e lavora in stretto contatto con l’art director.

 Direttore creativo: a questa figura tocca la direzione dell’agenzia e il coordinamento delle azioni delle altre figure lavorative nonché la verifica dei loro progetti.

Gran parte di queste figure che abbiamo menzionato rappresentano dei profili specifici per cui vi è bisogno di una vera a propria formazione settoriale alle spalle. Per diventare grafico pubblicitario oltre a tanta passione e abilità è necessario frequentare dei corsi specifici presso istituti specializzati o scuole commerciali. Creare un ‘portfolio’ coi propri lavori, servirà a dimostrare la propria bravura e le proprie capacità. Allo stesso modo anche per le figure di art director, e copywriter una buona preparazione a monte rappresenta un sicuro e proficuo biglietto da visita.
Ma le professioni che si possono svolgere nel settore pubblicitario non si arrestano certo qua.
Diffuse sono le figure del ‘media planner’ e ‘media buyer’: l’azione di queste due figure è correlata agli spazi pubblicitari. Mentre il ‘media planner’ si occupa di decidere quali investimenti operare, il ‘media buyer’ si occupa di acquistare gli spazi pubblicitari. C’è poi lo ‘Strategic Planner’ il cui ruolo è quello di interpretare i risultati di un’indagine di marketing, e le varie figure di agenti pubblicitari e promotori pubblicitari. Queste ultime due posizioni sono strettamente legate ad internet e agli spazi pubblicitari che girano nella rete e che permettono mediante la condivisione e visione di spot pubblicitari o video di ottenere dei guadagni.
Insomma il settore pubblicitario è ricco di occasioni lavorative sia per i tecnici del settore che per coloro che vogliono lanciarsi in una nuova avventura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *